+41 91 835 52 54 - Riva Caccia 1 – Central Park, 1° piano – 6900 Lugano
ilmuseoinerba@bluewin.ch

Il Museo in erba

Riva Caccia 1 – Central Park, 1° piano – 6900 Lugano

MUSEO IN ERBA – Lugano Svizzera

UN MUSEO PER I BAMBINI

Il museo in erba è un museo fatto apposta per i bambini, un museo particolare che propone esposizioni legate al mondo dell’arte concepite per dei visitatori speciali: i bambini. Desidera sorprenderli, stupirli ed educarli in uno spazio creato apposta per loro, per iniziarli alla cultura giocando. La sua è una pedagogia originale, basata sul gioco per stimolare la sensibilità, la curiosità e la creatività dei giovani visitatori e prepararli così alla visita dei grandi musei di tutto il mondo.

SCOPRIRE L’ARTE GIOCANDO

Il Museo in erba, unico museo per i bambini del Ticino, inaugurato nell’ottobre 2000, è un museo privato gestito all’omonima Associazione senza scopo di lucro. Nasce come antenna estera del Musée en herbe di Parigi; dal 1 ottobre 2010 ha uno statuto autonomo e si è aperto a nuove collaborazioni con istituzioni svizzere ed europee che realizzano mostre per giovanissimi (Vallée de la Jeunesse di Losanna, Centre Pompidou di Parigi). Progetta inoltre percorsi educativi propri.

Dalla sua apertura ha accolto più di 124’000 visitatori dai 3 ai 12 anni (classi scolastiche, gruppi e famiglie). Il Museo in erba è suddiviso in spazio aggregativo, espositivo e atelier.

Le esposizioni interattive, dove il bambino è protagonista, propongono un divertente approccio alla cultura che impegna la mente, il cuore e il corpo, stimolando la curiosità. Nel laboratorio si sperimentano tecniche insolite e diverse favorendo sempre la libera espressione delle emozioni, la creatività di ognuno.

Il Museo in erba intende stimolare i bambini a frequentare i luoghi decretati all’arte, con le loro esposizioni e collezioni, fornendo alcune semplici chiavi di lettura per accostarsi alla creazione artistica.

Il Museo in erba è anche uno spazio didattico che stimola l’attività di gruppo, la condivisione, la capacità di espressione e comunicazione, il rispetto dell’altro. Non solo: i bambini di oggi vivono in un mondo, dove tutto si trasforma in fretta e dove la tecnologia offre spazi vertiginosi, vissuti spesso in solitudine, riversando su di loro tantissime immagini e notizie che devono imparare a filtrare, leggere, collegare fra loro. Per questo motivo, stimolare lo spirito critico crea i presupposti per distogliere i bambini dalla condizione di consumatore condizionato (vedi pubblicità persuasive per bambini).

Per questa sua funzione educativa e sociale, al Museo in erba è stato attribuito il partenariato del Club per l’UNESCO Ticino.

Il Museo in erba è riconosciuto dall’Associazione Musei svizzeri:  nel 2001 ha ottenuto il premio Coop per la cultura e nel 2011 il “Premio cultura” della città di Bellinzona.

SPAZIO ESPOSITIVO

Il Museo in erba propone le mostre ideate da Istituzioni svizzere (Vallée de la Jeunesse di Losanna) ed europee (Musée en herbe, Centre Pompidou di Parigi) che propongono percorsi didattici per l’infanzia. La concezione delle mostre, che coinvolge attivamente i bambini, è quella di consentire una visita autonoma.

ATELIER

Accanto allo spazio espositivo il Museo in erba dispone di un grande atelier dove sono organizzate attività creative per  bambini dai 2 agli 11 anni, incontri con artisti  e anche attività per gli adulti.
Gli atelier offrono una possibilità di espressione artistica immediata ai bambini che possono familiarizzare con diversi materiali e tecniche. I laboratori, che privilegiano la libera espressione delle emozioni, sono animati da personale specializzato.

SPAZIO AGGREGATIVO

Uno spazio con tanti giochi e libri per condividere un momento fra genitori e figli dopo la visita al museo.

SPAZIO MULTIDISCIPLINARE: KIDSARTI.

Nella nuova sede di Lugano, da settembre 2016, grazie alla collaborazione con Madamadoré, Motoperpetuo e Teatro d’emergenza, le famiglie potranno trovare corsi di musica, danza contemporanea e recitazione per bambini da 1 anno in su.

I VALORI DEL MUSEO IN ERBA

I visitatori del Museo in erba sono accolti dall’uccellino BIRIKI di Bruna Ferrazzini (www.biriki.ch) e sono invitati a seguire il suo volo per regalare un sorriso al mondo.

BIRIKI, il personaggio di Bruna Ferrazzini,  e i progetti a esso legati come “animaBIRIKI” e “Adotta un diritto”, desidera parlare ai bambini di rispetto dell’uomo e della natura.

Amore per se stesso e per gli altri, autostima, amicizia, tolleranza, rispetto per la diversità e per la natura sono valori condivisi dal Museo in erba.

Seguire il volo di BIRIKI significa aderire a un progetto etico, lanciare un messaggio positivo e  importante ai  futuri cittadini di domani.

Schermata 2016-08-26 alle 10.48.16

Il Museo in erba si rivolge ai bambini della scuola dell’infanzia, elementare e prima media.

Il metodo utilizzato per condurre i bambini alla scoperta dell’arte è il gioco, declinato sugli artisti di supporto e sui temi proposti: tale strategia educativa è congeniale per introdurre argomenti anche complessi in modo semplice e interessante.

Il nostro desiderio è di guidare i bambini senza sovrastrutture per consentire loro di esternare emozioni, sensazioni, attitudini.

Conoscere per realizzare
Ascoltare, comprendere
Conoscere materiali, gesti pittori, tecniche artistiche
Conoscere i pittori e la loro gestualità
Esplorare attraverso i sensi le proposte artistiche
Giocare per capire

  • Imparare che materiali e mescolanze diverse producono effetti diversi

  • Comprendere il modo di procedere dell’artista

  • Esternare le proprie conoscenze

  • Osservare attentamente per saper riprodurre in modo libero e creativo

  • Liberarsi da timori e inibizioni

  • Acquisire manualità e competenze pittoriche

Le scatole di colori di Monet; La piccola storia dell’arte nel Ticino; Cittadini del mondo; Ritratti cubisti con gallinaccio (di Claudio Cavalli); La magia di Magritte; L’arte di Leonardo da Vinci; I quadri di Pablo Picasso; In viaggio con Gauguin; Lautrec e il Moulin Rouge; Le tele di Chagall; I cavalletti di Monet; I buffi ritratti di Arcimboldo; Quel genio di Leonardo; Le scatole degli attrezzi di Tinguely (in collaborazione con la Vallée de la jeunesse di Losanna); Che artista Matisse!; Le scatole dei segreti di Niki de Saint Phalle; La mucca di Mr Warhol (tutte ideate dal Musée en herbe di Parigi); Caccia fantastica. Giochi da favola con Gianni Rodari (Museo in erba in collaborazione con Mauro Caldera); Materiali molli ( Centre Pompidou di Parigi); I giochi di Klee (Vallée de la jeunesse Losanna); Sotto la luna II (Centre Pompidou Parigi); Bellinzona, che favola! (Museo in erba); Giorgio Morandi. Il mondo segreto degli oggetti. (Dipartimento Educativo MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna); Archeologia del 6000. Reperti dalla contemporaneità.(Dipartimento Educativo MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna); Erró. Atelier Mécacollages (Centre Pompidou, Parigi) – Oh…Cézanne (Vallée de la jeunesse Losanna); “Le porte della fantasia” (Coproduzione Museo in erba e Vallée de la jeunesse Losanna, da un’idea di Mao Fusina); “Arte, che passione! – Ma petite histoire de l’art” (Coproduzione Museo in erba e Vallée de la jeunesse Losanna, da un’idea di Mariarosa Mutti  con la collaborazione di Emanuela Bergantino, Loredana Bianchi, Francesca Rosini e Roland Besse );